Perché siamo tutti ciechi e sordi (ma non muti)


Episode Artwork
1.0x
0% played 00:00 00:00
Apr 30 2018 11 mins  
Siamo tutti ciechi e sordi perché siamo spesso condizionati dai nostri modelli interiori. Modelli che ci servono, ma che tanto possono esserci utili quanto danneggiarci. Ma, anche se siamo sordi e ciechi, parliamo molto, e vogliamo applicare il nostro modello a tutta la realtà, e lo usiamo per decodificarla. Per questo si sbaglia. La morale della favola è questa: più siamo in armonia con noi stessi, pienamente consapevoli della nostra natura autentica, più creiamo armonia.
Quando l’equilibrio è pieno e consapevole, è in equilibrio tutto, noi, la nostra vita, il lavoro, le persone che amiamo. Questo non vuol dire che non ci siano problemi – perché altrimenti passeremmo da un’illusione ad un’altra – ma che riusciamo a vivere la nostra vita comunque con soddisfazione, nonostante i problemi.
Siamo noi a creare il nostro ambiente ed a porre le basi anche per gli altri, ma ognuno è il solo e primo responsabile delle proprie scelte. Pensate perciò, in questa prospettiva, che straordinarie possibilità abbiamo. Cambiare la prospettiva apre orizzonti nuovi, e cambia la vita.
L’aforisma della puntata: “Eppure gli uomini vanno ad ammirare le vette dei monti, le onde enormi del mare, le correnti amplissime dei fiumi, la circonferenza dell’oceano, le orbite degli astri, mentre trascurano se stessi” Sant’Agostino
Podcast da ascoltare e da leggere: https://annarosapacini.com/perche-tutti-ciechi-sordi-non-muti/
Approfondimenti, contatti e info su https://annarosapacini.com