S01E12 - Rossella Seu e "La spezia viola"


Episode Artwork
1.0x
0% played 00:00 00:00
Jul 06 2020 13 mins  
Per il dodicesimo episodio di Vitamina L siamo in compagnia di Rossella Seu, nata a Biella da mamma veneta e papà sardo e vive a Caldogno con il marito.
In precedenza con Giovane Holden ha pubblicato il romanzo "La ragazza che sapeva leggere nel pensiero", la raccolta di racconti "Il Club del lunedì" e con "La spezia viola" è risultata finalista al Premio Bukowski 2019.

Rossella, oltre a parlarci della sua silloge, risponde a 5 domande tratte dal Questionario di Proust.

Giovane Holden Edizioni | www.giovaneholden.it

Sinossi "La spezia viola":
La scomparsa di Filippo S., noto neurologo coinvolto alcuni anni prima in un controverso progetto di lettura del pensiero, che aveva portato all’omicidio di un suo amico, riapre vecchie ferite mai rimarginate. In particolare, costringe Giulia e Sofia, un tempo acerrime nemiche, ad accantonare ogni rivalità per scoprire cosa gli sia accaduto.
Secondo le forze dell’ordine però le preoccupazioni di familiari e amici, sebbene comprensibili, non sono sufficienti per far scattare le ricerche. Sofia, allora, decide di rivolgersi al detective Beccaria, conosciuto in occasione dello stesso evento delittuoso in cui rimase coinvolto Filippo.
Il detective, dopo avere perquisito la casa del neurologo, ritiene ci siano motivi sufficienti per intervenire.
Benché rassicurata, Sofia non intende restare in disparte, convinta che attraverso la sua capacità di leggere nel pensiero possa più facilmente della polizia scoprire una o più piste investigative da girare a Beccaria. Nel corso di questa sua indagine parallela, in cui coinvolge anche Giulia, entra in contatto con un’organizzazione criminale implicata, tra l’altro, in spaccio di droga e prostituzione minorile.
Cosa collega l’amico scomparso a un locale di striptease e alla spezia viola, una nuova droga difficilmente reperibile sul mercato?
In un susseguirsi di colpi di scena, seconde chance ed errate prime impressioni (forse…), la vicenda poliziesca si tinge, finalmente, di rosa.